5 aprile

“Le emozioni più inquietanti e dispendiose nella vita moderna, dopo il terrore, sono quelle associate con l’idea di colpa, diretta contro se stessi o gli altri.”

“Nessuno può convincere un altro a cambiare. Ciascuno di noi è il custode di una porta che può essere aperta soltanto dall’interno. Noi non possiamo aprire la porta di un altro, né con la ragione, né con il sentimento.”

(Marilyn Ferguson, nata il 5 aprile 1938, Sole in Ariete, Luna in Gemelli e Ascendente in Sagittario)

 

Algernon Charles Swinburne: nato a Londra il 5 aprile 1837, con Sole e Luna in Ariete e Ascendente in Pesci, fu un poeta non-ordinario molto controverso per aver affrontato temi scandalosi e minacciosi per la realtà ordinaria dei suoi tempi, come morte, sadomasochismo, lesbismo ed altri eccessi della vita. La sua prolifica, sensuale e vitale poesia è ambientata principalmente in ambienti medievali e ritrae donne dalla bellezza fatale. Fu un paladino dell’unità d’Italia per cui scrisse dei poemi come Canto d’Italia e Canti prima dell’Aurora. Scrisse anche drammi dedicati alla Regina Mary di Scozia ed il lungo poema Tristram di Lyonesse.

 

 

Potrebbe interessarti anche: