Ascensione

indexBuona Ascensione!

Così come siamo scesi, saliremo!
La strada verso l’alto è la stessa che ci ha condotto in basso.
Invertiamo quindi il senso di marcia,
sfidando l’ossessione gravitazionale.
Colmi di un ardore irrefrenabile, rivisitiamo antiche vie,
eventi e anime precedute, lodate e detestate,
ascendendo, tutti e tutto,
insieme a noi.

Chiunque o qualunque cosa provoca attaccamento nel mondo fisico ordinario ha lo scopo di tenerci bloccati in questa realtà separata. Quando ci spostiamo in altre realtà nel sonno, nei sogni,nei viaggi sciamanici o astrali, nelle fantasie o nella morte, il nostro corpo multidimensionale, la nostra anima, lascia provvisoriamente questa realtà separata e ritrova l’esperienza della libertà.  Tuttavia, pare che continueremo inevitabilmente a ritornare a meno che non riusciamo ad affrancare il nostro corpo multidimensionale dalle illusioni generate dalla realtà consensuale.

L’Ascensione nella tradizione cristiana ufficiale celebra l’elevazione al Cielo del corpo del Cristo risorto quaranta giorni dopo la Pasqua. Per gli gnostici e altre fonti non-ortodosse l’ascensione non implicò il corpo fisico e avvenne mediante il corpo spirituale o multidimensionale. Sciamanicamente l’ascensione è un passaggio radicale in uno stato elevato di coscienza, che permette un accesso diretto e stabile al Mondo dell’Alto, il Cielo, la Luce, la realtà dell’Amore incondizionato.

© Franco Santoro

Colui che è disceso, è lo stesso che è salito al di sopra di tutti i cieli, affinché riempisse ogni cosa. (Efesini 4:10)

 

Immagine: “Ascensione del Cristo” di Salvador Dalí

 

Potrebbe interessarti anche: