Chi credi di essere

Sei sicuro che chi credi di essere sia davvero chi sei? Sei certo che gli altri siano veramente ciò che credi che siano?

Se hai qualche dubbio a proposito, e l’hai da diverso tempo, tanto che la vita comincia a non avere per te più molto senso, allora forse è giunto il momento di non dare più nulla per scontato riguardo te stesso e gli altri.

Non si tratta qui di rimpiazzare la tua idea, definizione, credenza di te stesso e quella degli altri con un’altra idea, definizione, credenza.

Questo forse l’hai fatto altre volte. Credevi di essere in un modo, poi ti sei reso conto di essere diverso. Pensavi che quella data persona fosse in un certo modo poi ti sei avveduto che non era vero. Di conseguenza le tue idee, le tue visioni, le tue amicizie, i tuoi partner, le tue attività sono probabilmente più volte cambiate.

Se nonostante tutto seguiti ad avere il sentore che quello che pensavi prima, pensi adesso o potresti pensare in futuro, che tutte le risposte che puoi darti o che gli altri possono darti, proprio non ti quadrano, allora forse si tratta di cessare di cercare delle risposte, di pensarle e di crederle, o meno.

Si tratta di domandarti decisamente e senza alcun imbarazzo: chi sono? Chi siete? Chi siamo?

Rimani nella domanda.

Non sentirti a disagio se non ti giunge una risposta.

Non è un quiz, non è un cruciverba da riempire.

Forse si tratta di lasciare tutto vuoto.

Chi sono? Chi siete? Chi siamo?

Forse la risposta è nel vuoto. Forse la risposta è nella domanda stessa.

Forse hai solo da domandare e domandare.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: