Gelosia e compersione

La gelosia è un sentimento di ansia, sospetto, rabbia, possessività e incertezza causata dal timore di perdere o non ottenere l’affetto o l’attenzione di qualcuno perché questi preferisce altre persone.

La gelosia ha diverse varianti, tra cui quella ossessiva, che porta a sospettare continuamente infedeltà fittizie, frutto esclusivo dell’immaginazione.

C’è poi la gelosia retroattiva, o sindrome di Rebecca, che riguarda il passato sentimentale e sessuale del partner, per cui il soggetto che ne è colpito immagina situazioni che il proprio compagno potrebbe aver vissuto con altri in tempi precedenti al loro primo incontro.

La gelosia retroattiva si trasforma in gelosia iper-retroattiva, quando include le vite passate e il forte disagio, l’umiliazione e l’acuto senso di tradimento derivato dai rapporti sentimentali avuti dal partner in precedenti reincarnazioni. Si tratta in questo caso di tradimento per anticipazione, per certi versi più grave di quello ordinario, specialmente nei casi di presunte anime gemelle. Nella prospettiva del continuum temporale infatti il partner è stato ugualmente infedele e non ha avuto la sensibilità di prevedere che in seguito ci sarebbe stato l’incontro con il compagno presente, generando quindi in questi un’indicibile sofferenza.

Un’altra variante è la gelosia irretroattiva, che si applica al futuro, incluse le prossime reincarnazioni. Qui il risentimento e l’ansia derivano dagli sviluppi del tempo che deve ancora venire e possono assumere forme piuttosto consistenti, anche nel caso in cui sia nel passato sia nel presente il partner si è comportato in maniera impeccabile. Anzi, proprio in questo caso, il fatto che il partner non abbia mai tradito, pure nelle incarnazioni precedenti, lo rende suscettibile a maggior ragione a tradire nelle prossime vite.

Ci sono anche altre varianti…

Sul versante opposto, invece, c’è la compersione.

La compersione è lo stato di gioia empatica che si prova quando una persona che amiamo è felice con un altro partner.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: