Mondo Medio, Quarto Insegnamento

GUARIGIONE SCIAMANICA

La guarigione sciamanica si riferisce al recupero della tua natura autentica, alla connessione con ciò che sei davvero al di là di ciò che credi di essere. Il termine guarigione implica il ritorno a uno stato di benessere. Tale stato implica la consapevolezza dell’unità del tuo essere. In questo contesto c’è solo un disturbo: il senso di separazione. Ne consegue che la guarigione riguarda il recupero del senso di unità. Secondo questa prospettiva, la guarigione consiste nel risvegliare la totalità, mentre il processo opposto è quello della creazione della separazione. In questo caso l’intento è di enfatizzare il processo di unità, in quanto è la parte dominante, non perché il processo di separazione sia sbagliato. La guarigione in questo contesto non ha lo stesso significato che potrebbe essere data nel linguaggio convenzionale. La guarigione sciamanica non affronta le malattie e le infermità ordinarie. Un disturbo può essere un sintomo di guarigione, mentre un apparente stato di benessere può riferirsi a un grave stato di salute.

Nel lavoro astrosciamanico le cose sono spesso capovolte. L’intento è attirare la consapevolezza su ciò che è normalmente escluso dalla coscienza ordinaria, ciò che dimora negli apparenti spazi vuoti.

La guarigione è una situazione in cui sei consapevole di ciò che sta accadendo a diversi livelli. Non è semplicemente essere in uno stato di unità. Sei consapevole che c’è separazione e unità e che puoi fare delle scelte. Puoi scegliere dove andare in base a ciò che desidero sperimentare. Significa non essere forzati in qualcosa. Potrei essere totalmente annoiato dall’unità e avere il desiderio di provare l’eccitazione della separazione e viceversa quando sono costretto alla separazione. Quindi ogni volta che faccio delle scelte e mi assumo la responsabilità delle scelte, sono in una situazione di potere. Attraverso l’esperienza imparerei tutto ciò che deve essere imparato.
Quello che trovo essenziale, a parte tutte le considerazioni possibili, è una domanda, che è Cosa voglio? o inserire in modo più elegante Qual è il mio intento? Questo è un punto di partenza per qualsiasi cosa decida di fare. La domanda apre la possibilità di scelta e ci sono molte opzioni. C’è una specie di vuoto davanti a me che è la forza trainante che permetterà al lavoro di svilupparsi una volta che ho iniziato a fornire risposte o semplicemente una volta che ho iniziato a enfatizzare la domanda. Non c’è fretta per le risposte. Chiedere semplicemente e concentrarsi sulla domanda può consentirmi di attingere a enormi quantità di energie e una volta che faccio questo, inizia un intero meccanismo. Questo è ciò che chiamo lavoro sciamanico. A mio avviso, il lavoro sciamanico inizia con un’intenzione e l’affermazione dell’intenzione è molto privata, io sono solo, nessuno può dire nulla al riguardo. È il mio segreto Posso condividerlo, ma non è importante ciò che pensano gli altri o se l’intenzione è appropriata secondo le ideologie o le credenze religiose che mi circondano o anche che una parte di me crede. Lo scontro con questa domanda deriva dall’essere autentici onestamente guardando dentro e scoprendo cosa è quello che voglio. Nel processo di scoprire l’intenzione, incontrerò molte diverse intenzioni. Gran parte del lavoro è discriminante tra loro, selezionando parti utili finché non trovo l’ultimo, quando sento: “Sì! Questo è ciò che voglio! “Per scoprire se un’intenzione è quella giusta, ho bisogno di provarla, cioè di passare all’esperienza di essa. Esistono molti modi per sperimentare le intenzioni, sebbene alcuni metodi siano più lunghi di altri. Il vantaggio del lavoro sciamanico è che posso esplorare una gamma più ampia di esperienze, intenti e desideri in breve tempo. Questo perché posso entrare in una dimensione che non è limitata dalla materia e quindi dove le cose sono più veloci. Ad esempio, se una delle mie intenzioni è avere moglie e figli, ci vorrà del tempo per rendercene pienamente conto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: