Parlare, ascoltare e pensare

Cosa succede quando parli, scrivi, ti muovi o vesti in un certo modo o condividi le tue foto?
Comunichi agli altri l’idea di chi credi di essere o vuoi essere.
Cosa accade quando ascolti, leggi, osservi gli altri o guardi le loro foto?
Ti viene comunicata dagli altri l’idea di ciò che credono di essere o vogliono essere.
Cosa succede quando pensi?
Comunichi a te stesso sia l’idea di chi credi di essere o vuoi essere sia l’idea di ciò che gli altri credono di essere o vogliono essere.
In questo mondo parli, scrivi, ascolti e leggi, guardi e sei guardato in continuazione, alimentando incessantememente idee riguardo te e gli altri. Alla fine dei conti fai questo perché temi di confrontarti con quel che succede quando rimani in silenzio, senza comunicare, mostrare o farti comunicare o mostrare più niente.
Eppure forse è solo proprio in quel silenzio, in quell’assenza di idee riguardo chi sei e chi sono gli altri, che puoi finalmente incontrare il mistero di chi sei e chi sono gli altri, o più semplicemente il mistero e basta

Franco Santoro

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: