Qualcosa di marcio

Vi capita mai di incontrare persone che vedono il marcio dovunque?

Mi riferisco a coloro che la sanno lunga su tutto e che sentenziano con sicurezza spietata come stanno le cose per voi e per gli altri, tirandosi dietro una marea di consensi inneggiante a ogni loro esternazione.

Succede che tu fai un’affermazione innocente, sincera, candida, che emana dal tuo profondo o esprimi un desiderio, richiesta, punto di vista, che ritieni legittimo, autentico…

E cosa fanno questi? Te lo distruggono e fanno a pezzi completamente, insinuando che le tue motivazioni sono sporche, torbide, che dietro ci sta l’inganno o chissà quale astuzia e cospirazione.

E se tu sei una persona innocente, sincera, candida, cosa fai?

Prima di tutto li ascolti, pensando che anch’essi, come te, sono innocenti, sinceri e candidi. Li ascolti a tal punto che poi cominci a pensare che forse hanno ragione, che allora c’è davvero qualcosa di marcio… Quindi alla fine provi vergogna, imbarazzo, confusione per quanto hai osato esternare.

E magari te lo neghi per il resto della tua vita.

Ti è mai successo?

Forse il motivo per cui ti senti frustrato e talvolta non provi più alcun senso nella tua vita deriva proprio da qualcosa che ti è successo a questo riguardo.

Qualcuno ha visto il marcio in te, e te lo ha detto senza mezzi toni e con forte autorità e da quel momento sei diventato marcio. Di conseguenza quello che puoi dire e fare in modo spontaneo, quanto senti con innocenza e semplicità, è marcio.

E allora per non essere marcio occorre che neghi tutto ciò che senti, ogni tua spontaneità, intuizione, idea, desiderio a condizione che non sia conforme con quanto è approvato da coloro che hanno l’autorità di stabilire ciò che è marcio.

Se ci fai caso, quelle persone sono in genere coloro che fanno più colpo sugli altri, che attirano maggiormente la tua attenzione. Questo perché in un mondo pieno di ingiustizie, miseria, dolore e avversità esiste un desiderio morboso di trovare colpevoli, di condannare e vendicarsi per il male subito.

Quindi fai attenzione, la prossima volta che qualcuno vede il marcio negli altri, perché uno di questi puoi essere proprio tu.

E fai attenzione anche ogni volta che vedi qualcosa di marcio in coloro che vedono qualcosa di marcio, perché uno di questi puoi essere proprio tu.

 

© Franco Santoro

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: