Ben vengano le crisi!

Il motivo base per cui non realizziamo i nostri obiettivi o desideri deriva semplicemente dal rifiuto di integrare il lato ombra della nostra vita o, in altri termini, dall’ignoranza riguardo ai processi multidimensionali di manifestazione e all’anatomia dell’ego.
 
Qui, in breve, esiste una legge fondamentale, seppure segreta, il cui mancato rispetto porta inevitabilmente alla frustrazione, al fallimento riguardo i tuoi veri obiettivi nella vita e al dominio assoluto del tuo ego, l’identità separata. Essa recita, più o meno come segue:
 
Il momento migliore e decisivo per realizzare i tuoi obiettivi appare in genere come il peggior momento per realizzare i tuoi obiettivi. Quindi se ora ti sembra essere il momento peggiore per realizzare ciò che vuoi, questa potrebbe essere la tua migliore occasione.
 
Quando sei pieno di entusiasmo per qualcuno o qualcosa, possiedi vitalità, ottimismo, fiducia riguardo ai tuoi obiettivi e propositi, chiunque, pure l’essere più idiota è in grado di combinare qualcosa.
 
Ma dov’è che la maggior parte delle persone mette in dubbio tutto e si blocca talvolta definitivamente? Nei momenti di crisi, quando ci si sente sfiduciati, non all’altezza, frustrati, nella forma peggiore.
 
Il fatto è che i momenti di crisi arrivano proprio per fornire l’energia chiave per manifestare i propri obiettivi. Quindi ben vengano le crisi!
 
Tutti hanno momenti di crisi, stanno male, si sentono frustrati, specialmente le persone di successo.
Il tuo valore, la tua forza non dipende dal riuscire a stare sempre bene e in piena forma. La tua vera forza e il tuo autentico valore risiede nella capacità di sapere cosa fare quando stai male, sei in crisi e ti senti frustrato.
 
Questa è l’unica chiave per il successo in questa realtà! È qualcosa di molto semplice, ma è impossibile da comprendere per l’ego, la tua identità separata, il cui scopo è impedirti di riconoscere questa legge.
 
Allora, sei hai compreso qualcosa a riguardo, datti una mossa al più presto, non aspettare, perché la tua comprensione ha le ore contate. Si tratta di prendere l’ego, il tuo sé separato, in contropiede…
 
La differenza tra le persone motivate e di successo, che stanno bene, e quelle frustrate o fallite, che stanno male, non riguarda la presenza o meno della frustrazione o del fallimento, o lo stare bene o male. Tutti si sentono frustrati e falliti, tutti stanno male. La differenza è che le persone che hanno successo sanno cosa fare quando stanno male, usano lo stare male, l’essere in crisi e frustrati a loro vantaggio.
 
Non è mia intenzione convincerti di quanto sopra. Solo l’esperienza te lo può dimostrare. E una di queste esperienze può forse dartela il lavoro con me. Sono specializzato in casi disperati, ma non mi interessano affatto i disperati cronici…
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: