Evasione

Quando la vita è priva dell’esperienza multidimensionale, sciamanica o visionaria quella che sembra essere vita in realtà è morte. Certo, ci può essere in apparenza tanta creatività, movimento, azione e vitalità, ma solo come tentativo disperato di evadere dall’inesorabile presenza della morte.

Paradossalmente nel momento in cui cessi di agitarti nel mondo, accettando la morte che lo sottende, ecco che poni le fondamenta per scoprire chi sei davvero. Allora ti rendi conto di esistere altrove. Da quel momento qui finalmente inizierai a morire. Magari continuerai ancora per un pochino a essere creativo, ma cesserai di farlo fingendo di essere vivo.

Intanto altrove inesorabilmente diventi immortale, forse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: