Farmaco


Il paradosso etimologico, e in vero pragmatico, del termine farmaco (dal greco pφάρμακον, phármakon) è che significa sia “rimedio, medicina”, sia “veleno”.

Ogni volta che prendiamo una medicina, sintetica o naturale, si tratta sempre sia di una medicina sia di un veleno. In effetti ciò che rende una medicina tale è proprio questa capacità di accettare l’aspetto velenoso integrandolo con quello curativo.

Il veleno, così come ogni aspetto dell’esistenza che percepiamo negativo, come catastrofi, malattie, morte, fa parte della natura. Non è frutto dell’opera di uomini malvagi! Il veleno è naturale e questo si applica a ogni piano della vita, incluso quello emotivo, mentale e spirituale.

Quindi non si tratta di estirpare, eliminare il veleno, il male, ciò che non funziona in te o negli altri, l’ego, ecc. Bensì di accettarlo e usarlo in modo da facilitare una trasformazione, una guarigione.

“Omnia venenum sunt: nec sine veneno quicquam existit. Dosis sola facit, ut venenum non fit.” (Tutto è veleno, e nulla esiste senza veleno. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto.) Paracelso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: