Il Tocco degli occhi

Il distanziamento sociale ha forse il vantaggio di farti capire che non devi per forza mettere le mani o la bocca addosso a qualcuno per entrare in contatto intimo con una persona. Allora puoi comprendere che per esprimere la tua sensualità ci sono anche altri sensi.
Per gli occhi e la vista non ci sono distanziamenti. Invero tutto quello che vedi è toccato dai tuoi occhi. Quando due persone si guardano tutto ciò che vedono di loro si tocca. Il contatto con gli occhi è il più intimo possibile assieme a quello del naso che respira.
Ogni volta che respiri entri in contatto intimo con il mondo che vedi, che addirittura entra dentro ed esce fuori da te.
Da una prospettiva puramente pragmatica i tuoi occhi non vedono quello che c’è fuori ma quello che hai dentro, nel cervello. La gente che vedi è uno specchio che ti mostra il riflesso di un’immagine interiore.
Ciò che vedi fuori non è la realtà esterna ma il modo in cui hai deciso di dipingerla, la tua personale chiave di lettura. E poiché in quanto esseri umani siamo stati tutti più o meno condizionati a interpretare la realtà in un certo modo, ecco che vediamo le stesse cose, tranne alcune rare eccezioni. Quello che non  siamo in grado di capire e interpretare non lo vediamo affatto.
Quindi non incontri mai una persona sconosciuta. Ogni persona che vedi è già intimamente conosciuta dentro di te, perché fa parte di te, anche se magari è la prima volta che ci fai caso. Del resto il nostro corpo è composto da almeno 100 mila miliardi di cellule e seppure ci viviamo nella massima intimità non è che le conosciamo una per una.
Quando guardi qualcuno stai avendo il rapporto più intimo possibile. Lo tocchi e lo divori con gli occhi letteralmente, anzi l’hai già toccato e divorato da tempo. Ciò che vedi è proprio fuso con te e addirittura sei tu!
Tutto quello che vedi entra in te ed esce da te, proprio come il respiro. Certo, ma questo non ha niente a che fare con l’intensità e il piacere che deriva dal tatto e dal gusto!
Ma chi te l’ha detto?
Prova a trascorrere diversi minuti in silenzio guardando intensamente qualcuno ed essendo a sua volta guardato restando immobile e respirando soltanto.
Con ciascun respiro e sguardo entrate in contatto reciproco sempre più intimo finché accade qualcosa che mette in crisi tutte le idee che hai avuto su di te, gli altri e il mondo finora. E questa idea è talmente insostenibile, per cui meglio lasciar perdere e tornare a mettere le mani e la bocca addosso, con tutto il rispetto, o lamentarsi perché non lo si può fare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: