Luna Nuova in Ariete

gustave_moreau_gallery_32La Luna Nuova in Ariete ha luogo il 5 aprile 2019 alle 10:50 ora italiana, a 15°17′ dell’Ariete. Il Sole e la Luna sono in Ariete, per cui è una lunazione all’insegna dell’azione, del coraggio, dell’iniziativa e del cambiamento. Se hai aspettato tanto tempo prima di prendere quella decisione, di fare o essere ciò che ispira il tuo cuore, di trovare il momento opportuno, questa Luna ti spinge a darti decisamente una mossa!

Quando il Sole e la Luna si trovano congiunti nel primo segno dello Zodiaco, raggiungono la massima unità possibile. Si tratta di una Luna Nuova delicata poiché facilita il rapporto con la nostra essenza profonda nella sua autonomia totale verso la rete delle relazioni con persone, luoghi e situazioni.

L’Ariete è il primo segno. Nella sua natura unica e pura non può concepire il secondo, il terzo, ecc. È uno e non ha ancora realmente nessuna esperienza di cosa sia la separazione. Nel momento in cui ne fa esperienza, ebbene, non è più uno. Sarà 2, 3, 4, ecc.

Finché è Ariete è ancora 1 e non ha idea di cosa viene dopo, sebbene sappia cosa c’era prima. Facendo un solo passo indietro, ritornerebbe a 0 (zero). 0 descrive il cerchio, l’uovo cosmico che dà origine a 1. 0 non è realmente un numero. È la camera di gestazione.

1 è la discendenza primordiale di 0. Non è figlio o figlia, perché queste tortuose nozioni di genere sessuale, femminile e maschile, non hanno alcun senso per 1. Sono questioni che riguardano 2, 3, 4, ecc. Nel momento in cui 1 ha un genere non è più 1. È 2, 3, 4, ecc.

Questa Luna Nuova ha la capacità di galvanizzare importanti memorie primordiali assopite nel nostro inconscio addormentato, rivelando la pura rimembranza di un ego integro. Qui viene rispettata l’essenza di questo ego genuino. Esso è centrato su di sé semplicemente perché non c’è nessun altro là fuori.

C’è egoismo assoluto perché l’idea di altruismo non esiste. Questo è il motivo per cui ci sono così tanti malintesi sull’Ariete. Secondo la propria percezione esso può apparire come la quintessenza della separazione o dell’unità.

Ci allineamo con la vera natura di 1 quando permettiamo l’onesta espressione del nostro ego genuino. Questo implica lasciar andare tutte quelle tediose, insulse e ipocrite fantasie su come sbarazzarsi dall’ego. Significa respirare profondamente e fare l’affermazione più egocentrica e onesta che possiamo concepire, per esempio: “Ci sono solo io! E mi occupo solo di me!”

1 è la pietra angolare della guarigione. Il primo passo di ogni impresa di guarigione, implica l’identificazione chiara dei modelli energetici. Come risultato della separazione le energie sono caotiche e frammentate.

L’ego adulterato e i relativi sistemi di credenze, basati sulla separazione, fanno del loro meglio per alimentare questa confusione. La migliore attività promozionale consiste nel creare conflitti interminabili e accattivanti tra ego e non-ego, identità multidimensionale e separata, egoista e non-egoista, spirituale e non-spirituale, e così via.

È una tipica tecnica machiavellica. Finché le energie sono mescolate, confuse e interessate esclusivamente ai loro conflitti, la separazione può prosperare nell’ombra. Quando le energie sono identificate e chiaramente separate la struttura dell’ego mostra i suoi meccanismi basilari.

In poche parole, fare il primo passo verso la guarigione (intesa come recupero dell’unità) implica entrare totalmente nella radice della separazione, invece di muoversi verso l’unità. L’autentica unità è tale solo se posso trovarla nella separazione, altrimenti è solo una falsa unità presa in prestito per alimentare il conflitto con la separazione, parte di una pantomima organizzata dalla separazione stessa.

La prossima Luna Nuova è l’opportunità per riconoscere e concimare grandi quantità di sentimenti reticenti e repressi. Questo è l’inizio esoterico della primavera, il momento in cui entrambe le polarità si fondono in Ariete, Settore Uno. Il periodo che precede questa Luna Nuova è la gestazione, il punto Zero che conduce al concepimento finale di 1.

È il momento più importante del rilascio poiché comprende l’intero ciclo annuale. Se notate qualche proliferazione di rancore durante questo periodo, siate consapevoli che fa parte del lavoro. In particolare possono emergere situazioni di ipocrisia, compromesso o falsità che avete recitato per asservimento a copioni sociali o ideologici. Da ciò può derivare una rabbia sproporzionata e, se questo è il caso, è preferibile prendersi del tempo per stare da soli, evitando situazioni che possono generare tensioni.

Si tratta di essere onesti con se stessi e riconoscersi intimamente. Chi sei, cosa vuoi, che vuoi fare, dove vuoi andare, indipendentemente dagli altri? Se tu potessi decidere in completa autonomia cosa essere e fare nella vita, cosa saresti, che faresti?

Questa è la domanda da porsi durante questa Luna Nuova. Non significa necessariamente agire di conseguenza. Basta sentirsi legittimati a pensarlo, a immaginarlo, a non dare per scontato che la nostra vita dipende solo dagli altri. Rivendicando il potere che deriva dalla nostra autonomia, dalla purezza di un ego genuino, saremo in grado di operare con gli altri non più per paura, ma come puro atto di amore e libera scelta.

© Franco Santoro

Immagine: particolare da “Song of Songs: The Shulammite Maiden”, di Gustave Moreau, nato con Luna Nuova in Ariete, pittore simbolista francese.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Potrebbe interessarti anche: